<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1925163537722152&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

4ward Blog

Industria 4.0: tutto quello che c'è da sapere sugli incentivi (Iper e Super Ammortamento)

By 4ward 20 agosto, 2018

Iper e Super Ammortamento rappresentano una concreta occasione per le aziende che intendono cogliere le opportunità offerte dalla quarta rivoluzione industriale. Si tratta infatti di incentivi proposti dal Governo per offrire un concreto supporto alle imprese che scelgono di investire in nuovi beni strumentali, oltre che in beni materiali e immateriali, in un’ottica di Industria 4.0. L’obiettivo è quello di avviare una virtuosa trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi in grado di aumentare la competitività nazionale sullo scacchiere economico globale, aumentando l’occupazione e creando benessere sociale.

Industria 4.0 tutto quello che c'è da sapere sugli incentivi (super e iper ammortamento)

Iper e Super Ammortamento in sintesi 

L’Iper Ammortamento rappresenta una super-valutazione del 250% dedicata agli investimenti in beni materiali nuovi ad alto contenuto tecnologico. Si tratta dunque di incentivare l’implementazione di tutti quei dispositivi e quelle tecnologie in grado di abilitare una trasformazione in ottica 4.0, il cui elenco è consultabile nell’Allegato A della Circolare N.4/E del 30/03/2017. I beneficiari dell’Iper Ammortamento hanno inoltre la possibilità di fruire di una super-valutazione del 140% per gli investimenti in beni strumentali immateriali, come software e sistemi IT (consultabili nell’Allegato B della stessa Circolare).

Il Super Ammortamento, invece, consiste in una super-valutazione del 130% a beneficio di investimenti in beni strumentali nuovi, come impianti e macchinari.

In entrambi i casi, per investimenti si intende sia l’acquisto sia il leasing.

Per quanto riguarda gli investimenti in Cloud – servizio tipicamente fornito con licenza d’uso e non leasing –, è utile precisare che oggi sul mercato sono disponibili formule che permettono di trasformare in acquisto il canone Opex delle licenze, cui poi segue una parte di Software Maintenance Assurance (non conteggiata ai fini del beneficio fiscale).

 

Chi può beneficiare di Iper e Super Ammortamento (e non solo)? 

Queste misure di sostegno pubblico all’economia promosse dal Piano nazionale Impresa 4.0 sono rivolte a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa. Sono quindi coinvolte anche le imprese individuali assoggettate all’IRI con sede fiscale in Italia e le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero, indipendentemente dal settore di riferimento, dalla loro forma giuridica e dalle dimensioni aziendali.

Nell’ambito degli incentivi per l’Industrializzazione in chiave 4.0, giova ricordare che il Governo ha previsto anche un credito d’imposta del 50% su spese incrementali di Ricerca e Sviluppo. L’iniziativa punta ancora a una volta a favorire il rinnovamento di processi e prodotti per agevolare la futura competitività delle imprese. Tale beneficio, cumulabile con Super e Iper Ammortamento, si rivolge ancora una volta a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa e ad aziende italiane o residenti all’estero con stabile organizzazione sul territorio nazionale che svolgano - sia in proprio che su commissione (da parte di imprese residenti all’estero) - o commissionino attività di Ricerca e Sviluppo.

 

Tempistiche e modalità di accesso agli incentivi 

In generale, per quest’anno, le agevolazioni sono applicabili in relazione agli investimenti effettuati nel corso del 2018, con la possibilità di completare l’investimento entro il 31 dicembre 2019 (o entro il 30 giugno 2019 nel caso di Super Ammortamento) a patto che l’ordine risulti accettato dal venditore e siano stati versati acconti di pagamento per almeno il 20% del totale entro il 31 dicembre 2018.

Nel caso di investimenti in Iper Ammortamento superiori a 500mila euro per singolo bene è richiesta una perizia tecnica giurata condotta da un perito o un ingegnere iscritti nei rispettivi albi. Il professionista, in questo caso, sarà chiamato ad attestare che il bene possieda le caratteristiche tecniche necessarie per essere incluso negli elenchi riportati della legge di Bilancio 2017 (allegato A o allegato B).

 

Il contesto sociale dell’Industria 4.0 

L’Italia è il secondo Paese industriale in Europa per valore aggiunto manifatturiero e uno tra i principali al mondo. La diffusione di nuove tecnologie - promossa anche grazie a iniziative come quelle relative a Iper e Super Ammortamento - negli ultimi anni, ha aperto la strada alla cosiddetta quarta rivoluzione industriale. Il fenomeno ha coinvolto il comparto in una radicale trasformazione dei meccanismi attraverso cui viene prodotto valore e, di conseguenza, dato vita a nuovi impulsi di innovazione e benessere sociale.

A fungere da matrice e forza propulsiva dell’Industria 4.0 vi sono:

  • Sensori e connessioni sempre più disponibili e a basso costo
  • Big Data e relative tecnologie per l’analisi delle informazioni
  • Internet of Things (ovvero macchine e sistemi automatizzati, digitalizzati e connessi tra loro)
  • Robotica e automazione avanzata

 

Cos’è (davvero) l’innovazione 4.0 

Abbracciare il paradigma della quarta rivoluzione industriale non significa limitarsi a introdurre in azienda un macchinario più evoluto tecnologicamente. Il vero valore aggiunto sta nel riuscire a integrare l’intera filiera produttiva combinando le diverse tecnologie in modo da dare vita a un vero e proprio sistema integrato di macchine, persone e sistemi informativi.

In quest’ottica, con il Piano Nazionale Industria 4.0 che prevede agevolazioni come Iper e Super Ammortamento, il Governo intende sostenere il processo di trasformazione per tutte le aziende che vogliono cogliere appieno le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale.

Il primo passo verso un così radicale percorso di cambiamento aziendale è senza dubbio una adeguata e completa stesura delle certificazioni per progetti di Ricerca e Sviluppo che possono beneficiare di questi preziosi incentivi d’impresa; grazie alla collaborazione con il Politecnico di Torino e Finservice, 4Ward è in grado di fornire una consulenza attenta e puntuale, supportando il cliente nelle fasi salienti di questo processo.

Cloud security