<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1925163537722152&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Blog

Checklist: le 7 soluzioni tecnologiche più evolute per proteggere i dati

Proteggere i dati della tua azienda e dei tuoi clienti: da mesi, prima ancora che entrasse in vigore il GDPR, non si parla d’altro o quasi. Ma adeguare le proprie modalità di trattamento alle nuove norme di legge europee basta per sentirsi al sicuro da tutti i più pericolosi attacchi informatici? 

Secondo un’indagine sulla cyber security, condotta da Ernst&Young, l’88% dei top manager di aziende multinazionali intervistati (su un campione di 1200) ha ammesso di non essere in grado di rilevare un attacco informatico sofisticato con gli strumenti a disposizione. 

Hacker, pirati informatici e concorrenti sleali puntano molto su nuove tecnologie e sistemi in grado di “bucare” i principali sistemi di protezione. Ecco perché potrebbe essere utile scoprire quali sono le 7 soluzioni tecnologiche più evolute, sicure e potenti per proteggere i propri dati e quelli degli altri. 

 

le-7-soluzioni-tecnologiche-più-evolute-per-proteggere-i-dati

 

1. Crittografia 

Per proteggere i propri dati online, la prima e ormai indispensabile regola è quella di utilizzare protocolli crittografici che permettono una comunicazione sicura dalla sorgente al destinatario (end-to-end) su tutte le Reti. Superata la tecnologia SSL (Secure Sockets Layer), oggi la soluzione più sicura è il protocollo TLS che consente connessioni sicure tra i device attraverso sistemi di crittografia simmetrica e asimmetrica. Uninfrastruttura IT può essere anche molto sicura, ma se linformazione viene catturata prima di arrivare a destinazione… 

 

2. Cloud Backup 

Rispetto ai sistemi hardware tradizionali non è un caso che il Cloud sia ormai sempre più utilizzato e diffuso in aziende di tutte le dimensioni. Ospitare i propri dati su molteplici server virtuali è estremamente più sicuro che tenerli all’interno di un server aziendale che è facilmente attaccabile o soggetto a guasti e altre situazioni di rischio. Meglio scegliere di archiviare i propri dati in Cloud che, oltre a parametri di sicurezza elevati, offre anche la possibilità di backup automatici. 

 

3. Disaster Recovery  

Prevenire è meglio che curare… Ma in caso di attacco è importante saper ricostruire prontamente i volumi di dati, includendo sia la parte on-premise sia la parte di tiering sul Cloud, rendendo immediatamente disponibili i dati sia a server virtuali sia presso altri end-point on-premise in maniera semplice e veloce. 

 

4. Role-based Access Control (RBAC) 

Gestire il sistema di accesso interno ai dati è fondamentale per prevenire lo spionaggio industriale. Il controllo di accesso basato sui ruoli (RBAC  Role-based Access Control) è una tecnologia che permette agli amministratori di creare un sistema di ammissione in base a ruoli e privilegi personalizzabili per consentire vari livelli di accesso a dati e informazioni aziendali. Ogni utente ha il permesso di eseguire solo specifiche operazioni; in questo modo si limitano anche le probabilità di perdite di dati ed errori accidentali. 

 

5. Machine learning e AI 

Oggi è possibile rilevare preventivamente attacchi e malware o altre minacce sconosciute e fermarle prima che possano causare danni al nostro data center e a tutta l’infrastruttura IT aziendale. L’Intelligenza Artificiale (AI) consente di esaminare in tempo reale quantità enormi di dati e la capacità delle macchine di apprendere consente da un lato di prevedere e identificare le minacce eliminando quasi ogni vulnerabilità di sistema e di adeguarsi costantemente a nuovi modelli dattacco. 

 

6. Posta elettronica aziendale 

Dalle soluzioni più tecnologiche alle buone pratiche basilari: può sembrare banale, eppure molto spesso la minaccia più seria per i dati di un’azienda arriva dagli account di posta privati che sono decisamente vulnerabili e alcuni possono essere sotto attacco senza che il dipendente si accorga di nulla. Per questo motivo, ogni azienda dovrebbe favorire e semplificare al massimo l’accesso alle email aziendali da qualsiasi device per evitare che dipendenti e collaboratori (in buona fede) utilizzino quelle private per risparmiare tempo e aumentare la propria produttività. 

 

7. Simulazioni di attacco 

La miglior difesa è l’attacco. Ecco perché tra le tecniche più utili contro hacker e pirati informatici c’è senza dubbio la simulazione di spionaggio industriale, spear phising, penetration test e vulnerability assessment da parte di un team di esperti al fine di rilevare i punti deboli dell’infrastruttura IT aziendale. Un attacco simulato è tra le migliori strategie di security check e analisi dei gap di cui ogni impresa possa beneficiare. 

 

Cloud security

Condividi questo articolo su: